Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
 
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Ottimizzazione E-commerce: I contenuti... cose da fare

1. Ricerca delle Keywords e Matrice delle parole chiave

Il primo passo da compiere, per chi si accinge a fare seo, è innanzitutto quello di:

- ricercare e stilare una lista di parole chiave specifiche per il nostro e-commerce;
- individuare il giusto target di clientela di riferimento.

Dimentichiamoci delle parole chiave generiche e pensiamo a combinazioni intelligenti ed efficaci di parole chiave. Per approfondimenti: E-commerce: trovare le giuste parole chiave e utilizzarle in modo efficace

Ottenute le varie combinazioni di parole/frasi chiave è importante utilizzarle in maniera intelligente per evitarne la cannibalizzazione. Infatti, se più pagine del sito web rispondono ad una stessa query di ricerca, queste pagine entreranno in concorrenza tra loro nelle SERP. Di conseguenza, i motori di ricerca potrebbero classificare meglio una pagina che è in realta meno efficace ed importante per il nostro scopo.

Come possiamo fare a risolvere questo problema?
Creiamo una matrice di parole chiave, utilizzando un excel o altro foglio elettronico, riempiendo le righe in un foglio di calcolo con gli URL delle pagine più importanti del proprio sito web (quasi sicuramente si tratta delle pagine di categoria di prodotti) e creando delle colonne per l’inserimento delle parole chiave. A questo punto nell’intersezione di riga/colonna si assegna una determinata parola chiave ad una certa pagina. Questo metodo vi aiuterà a fare in modo che non si utilizzi una parola chiave importante su più pagine.

Se il CMS del negozio online crea pagine separate per variazioni di un prodotto come dimensione e il colore, si può limitare l’indicizzazione di tali pagine utilizzando il file robots.txt oppure attraverso l’uso del tag rel=”canonical”.

2. Ottimizzazione On Page
Un sito di e-commerce in genere ha un numero limitato di pagine di categoria prodotto e diverse migliaia di pagine di prodotto. In questo caso la situazione è più complessa perché diventa complicato in termini di tempo e risorse da dedicare alla creazione di  titoli unici, tag H1 e descrizioni per ogni pagina del prodotto. Per fortuna, l'approccio visto per la ricerca delle parole chiave può essere utilizzato anche per i meta tag title e description. Ricordate che i titoli e le meta descrizioni sono molto importanti perché visualizzati nello snippet nei risultati di ricerca (SERP), quindi assicuratevi di utilizzare call-to-action efficaci per invogliare gli utenti a cliccare sul vostro sito web.

3. Contenuti duplicati
Assicuratevi che ogni pagina del vostro sito web sia unica. Nel caso degli e-commerce possono verificarsi 2 casi di duplicazione dei contenuti:

  1. Off-site (quando il contenuto appare in molti siti web);
  2. On-site (quando molte pagine dello stesso sito web presentano lo stesso contenuto). Per approfondimenti si veda E-commerce: gestione dei contenuti duplicati

4. Gestione prodotti esauriti e non disponibili
In un e-commerce è abbastanza normale che un prodotto si esaurisca, questa indisponibilità può essere temporanea oppure permanente. Vediamo quindi come gestire le pagine dei prodotti indisponibili in entrambi i casi:

  1. Se l’indisponibilità del prodotto è temporanea, non ha senso rimuovere la scheda prodotto. Piuttosto si dovrebbe indicare chiaramente che il prodotto è esaurito e fornire tutte le informazioni necessarie, al potenziale acquirente, circa i tempi di approvvigionamento o su prodotti alternativi. Sarebbe quindi opportuno indicare nella scheda prodotto:
    • la data prevista di arrivo del prodotto (così l’utente può decidere se aspettare o se deve cercare un alternativa);
    • la richiesta di una notifica che avvisa quando il prodotto è immediatamente disponibile;
    • un elenco di prodotti simili (così da offrire ulteriori opzioni ai visitatori e assicurarsi comunque una vendita ed evitare che si rivolgano ai vostri concorrenti).

  2. Se il prodotto invece è indisponibile in modo permanente possiamo gestire la situazione in diversi modi:
    • fare un reindirizzamento ad un prodotto simile o ad una categoria di prodotto;
    • mantenere la pagina del prodotto, evidenziando che il prodotto non sarà più disponibile e si offrirà una valida alternativa. In questo modo manterrete l’indicizzazione della pagina;
    • restituire una pagina di errore 404 (questo va bene per quelle pagine che non ben posizionate sulle SERP e non  servono come punto di arrivo per il sito web).

Elenco categorie

  • Page Speed Performance

    I nostri consigli e le tecniche per migliorare le performance dei siti web costruiti in Joomla, attraverso l'utilizzo di tools messi a disposizione dei webmaster come YSlow di Yahoo e PageSpeed di Google. In particolare andremo ad analizzare nello specifico quest'ultimo tool.

  • E-commerce

    I consigli, le tecniche e gli strumenti utili per creare, ottimizzare e rendere più efficace un sito e-commerce.

  • Report e Analytics

    I consigli, le tecniche e gli strumenti di Analytics per monitorare il traffico verso il proprio sito web: importanza del monitoraggio, configurazioni base e report

Gestionale Hotel