I nostri consigli e le tecniche per migliorare le performance dei siti web costruiti in Joomla, attraverso l'utilizzo di tools messi a disposizione dei webmaster come YSlow di Yahoo e PageSpeed di Google. In particolare andremo ad analizzare nello specifico quest'ultimo tool.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

La stessa operazione indicata nel precedente articolo 5 Minimizza JavaScript (Minificare) può essere applicata anche ai file CSS. Infatti utilizzando sempre lo stesso tool possiamo procedere a minimizzare i file CSS del nostro sito web; ricordandosi naturalmente di cambiare il tipo di file (da default è impostato su JS e dovete mettere CSS).
Dato che un file minificato non ha un aspetto “gradevole” ed è difficile da comprendere e modificare, ricordate sempre di creare un copia “-src” così da poterla utilizzare per successive modifiche e minificazioni.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Non sempre quando si lavora ad un sito si sta attenti a tutti i dettagli e cosi a volte capita che dimentichiamo di fare cose banali ma che possono aiutarci a migliorare le performance delle nostre pagine web. Page Speed ci viene in aiuto e ci suggerisce le immagini alle quali possiamo ridurre la dimensione senza notare una perdita di qualità.

Individuate le immagini, apritele con il vostro editor di fotoritocco preferito e salvatele con lo stesso nome e lo stesso formato, ma abbassandone la qualità. Se in fase di salvataggio, abilitiamo l’anteprima aumentando o diminuendo la qualità possiamo accorgerci subito se il risultato che otterremo è soddisfacente. Io consiglio di mantenere una qualità leggermente maggiore di quella in cui iniziamo a notare i primi difetti (diminuite finché l’immagine inizia a mostrare i primi difetti poi aumentatene un pò e salvate).

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Lo sprite css è una tecnica che consiste nel fondere insieme diverse immagini per crearne una sola e poi utilizzarla a pezzi, cosi da ridurre, ancora una volta, il numero di risorse che il browser dovrà richiedere al server.

Ove possibile cercate di usare sempre questa tecnica perché può dare significativi miglioramenti al vostro sito. Lo sprite css per funzionare deve avere un’altezza, una larghezza ed una posizione ben definita e, ad esempio, mal si applica quando una serie di immagini di background vengono replicate su un asse per poi essere posizionate, ad esempio, con l’attributo bottom. Quindi anche se il Page Speed vi suggerisce di utilizzarla non è detto che possiate farlo, a meno di voler ridefinire anche l’html della pagina.

Per combinare le immagini con gli sprite CSS possono essere utilizzati dei tools online che consentono di generare automaticamente i CSS sprite come questo ad esempio http://spritegen.website-performance.org/

Oppure in alternativa si utilizza un qualsiasi programma di fotoritocco come photoshop o gimp si posizionano le immagini all’interno di un unico file e dopodichè si creano i css. Sul web ci sono numerose e varie guide che spiegano come fare, noi suggeriamo questo articolo molto valido http://www.html.it/articoli/creare-sprite-css-1/

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Questo è il primo consiglio che google ci fornisce ma è anche quello su cui credo ci sia meno possibilità di manovra e di miglioria. Non ho trovato molti suggerimenti in giro su come migliorare questo fattore ma credo che dipenda principalmente dalla configurazione del server, dal workload del server quando viene analizzato, dalla piattaforma su cui è sviluppato il nostro sito e da molti altri fattori che difficilmente riusciremo ad analizzare e/o modificare per migliorare le performance.

Valutazione attuale: 0 / 5

Stella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattivaStella inattiva
Submit to FacebookSubmit to Google PlusSubmit to TwitterSubmit to LinkedIn

Se avete ancora molte segnalazioni provate a guardarle 1 alla volta, fate qualche altra ricerca in giro e leggete la documentazione di google (in inglese) che vi sarà sicuramente molto di aiuto. Come detto anche nel precedente articolo non tutte le tecniche si possono sempre applicare. Valutate se lo sforzo necessario per applicarle vale il beneficio che se ne ottiene.

Alcune volte ci sono delle tecniche che non ha senso applicarle; ad esempio eviterei di unire in una sprite 6 immagini di 3 moduli/plugin diversi di Joomla, a meno di avere 1000 visitatori al giorno.

Insomma il consiglio che possiamo darvi e quello di cercare di migliorare il vostro sito il più possibile, ma senza infilarvi in modifiche “importanti” che sarà difficile tener traccia e replicare ogni volta che aggiungete/togliete un plugin o aggiornate un’altra qualsiasi componente.

Uno score vicino o superiore a 85 è già un buon risultato che deve farvi ritenere soddisfatti per il risultato ottenuto.

Pagina 2 di 2

Elenco categorie

  • Page Speed Performance

    I nostri consigli e le tecniche per migliorare le performance dei siti web costruiti in Joomla, attraverso l'utilizzo di tools messi a disposizione dei webmaster come YSlow di Yahoo e PageSpeed di Google. In particolare andremo ad analizzare nello specifico quest'ultimo tool.

  • E-commerce

    I consigli, le tecniche e gli strumenti utili per creare, ottimizzare e rendere più efficace un sito e-commerce.

  • Report e Analytics

    I consigli, le tecniche e gli strumenti di Analytics per monitorare il traffico verso il proprio sito web: importanza del monitoraggio, configurazioni base e report

Gestionale Hotel